content top

Da Trieste con Ryan

Da Trieste con Ryan

Ryanair ha lanciato la programmazione estiva 2017 dall’aeroporto di Trieste, che include 5 rotte per Bari, Catania, Londra Stansted, Trapani e Valencia, e ha celebrato anche l’inizio della nuova rotta invernale 2016/2017 da Trieste a Catania con tre voli settimanali, che faranno volare 230.000 passeggeri all’anno supportando 170 posti di lavoro all’Aeroporto di Trieste. La programmazione estiva 2017 di Ryanair da Trieste offrirà: 5...

Continua...

Parenzana, il video

Parenzana, il video

Ecco dove potete vdere il video realizzato a cura di Donatella Tretjak per l’associazione Viaggiare Slow (www.viaggiareslow.it). Il video è stato realizzato grazie alla disponibilità di Davide Raseni, volontario del Museo ferroviario di Trieste. Riprese di Riccardo Dussi, montaggio di Mauro Fabrizio Madonia    http://www.youtube.com/watch?v=IuPXJEYH4iQ

Continua...

La nostra Parenzana

La nostra Parenzana

Ecco qua l’intervista al tg di Tv Capodistria del 30 aprile 2013 con la pinguina Donatella Tretjak e con Fabrizio Masi (uno dei coautori)  dedicata alla nostra Guida della Parenzana, pubblicata da Ediciclo e in vendita (15 euro) in tutte le librerie italiane. La trovate al minuto 16’48″ http://www.rtvslo.si/tvcapodistria/archivio/play/6/165035198 Questo il link all’articolo dedicato alla Parenzana sul sito del...

Continua...

La nostra Parenzana

La nostra Parenzana

Ecco l’articolo uscito su Il Piccolo (il quotidiano di Trieste) del primo giugno 2012 – nella sezione weekend – dedicato alla “nostra” Parenzana, all’esperienza fatta dai Pinguini a...

Continua...

A piedi sul tracciato della Parenzana

Pronti a partire! Ci rimettiamo in marcia: ci attende una …passeggiata sul tracciato di quella che era la ferrovia Parenzana, la linea che un secolo fa univa Trieste a Parenzo, appunto. Sono circa 120 chilometri, oggi attraverso tre stati (Italia, Slovenia e Croazia) ma percorrendo un territorio unico, l’Istria. Quanto ci metteremo? Non lo so, quattro o cinque giorni. Guai avere fretta! E poi anche stavolta non ci siamo per...

Continua...

Parenzana, il futuro dell’Istria è nel viaggiare slow

Parenzana, il futuro dell’Istria è nel viaggiare slow

E adesso spazio al Parenzana III. Già: l’Istria ci crede, nella sua vecchia ferrovia. Eccome. E ci sta investendo molto grazie ai fondi del Programma dell’UE Interreg Slovenia-Ungheria-Croazia 2004-2006 e all’impegno dei partner sul territorio, che poi vuol dire la Contea Istriana e i Comuni di Capodistria, Isola e Pirano per la Slovenia, e Parenzo, Visinada, Portole, Buie per la Croazia. Breve sintesi di quanto successo. Dunque, con...

Continua...

Per la Lonely Planet Trieste è la città più affascinante

Per la Lonely Planet Trieste è la città più affascinante

(dal Corriere della sera, 19 febbraio 2012) Belle e dimenticate: Trieste batte tutti. Le 10 città affascinanti ignorate dai turisti La casa editrice Lonely Planet esalta il capoluogo giuliano “città inusuale” con “seducente senso elegiaco del passato” In una celebre poesia, Umberto Saba, il suo più illustre cantore, ne descriveva la “scontrosa grazia” e la paragonava a un amore reso inquieto dalla...

Continua...

Trieste in tazzina

Trieste in tazzina

Trieste ha un feeling con il caffè che è qualcosa di unico. Ma unico davvero. Perché la mia città ha coniato un vocabolario tutto suo per ordinare una tazzina. Non ci credete? Beh, eccolo qua. Imparatelo prima di venire da queste parti!!! Il vocabolario della tazzina Nero: è l’espresso in tazzina Capo: espresso macchiato caldo in tazzina Capo “in b” (dove “b” sta per bicchiere): espresso macchiato caldo servito però in un...

Continua...

Vieni a Trieste!

Vieni a Trieste!

Scegli Trieste, scegli la mia città per la tua vacanza o un break. Perché? Perché Trieste è unica nella sua originalità: italianissima e austroungarica, città di mare e di Carso, città di confine ma al centro dell’Europa. Città di cultura e di buffet, dei cantieri e delle assicurazioni, delle belle “mule” e della Bora, della scienza e delle “osmize”, del vecchio tram di Opicina e delle navi da crociera, di castelli e...

Continua...

Monte Sabotino, dove il passato non se ne va

Monte Sabotino, dove il passato non se ne va

(articolo di Guido Barella pubblicato da Il Piccolo il 28 aprile 2004 nell’inserto dedicato all’ingresso della Slovenia nell’Unione Europea) Due casette bianche, strette e lunghe. Fuori, i tavoli di legno con le panche. In fondo, un campetto da basket. Monte Sabotino, quota 563. «Okrepcevalnica», c’è scritto sulla tabella appesa sopra una finestra. «Posto di ristoro». Sulla porta la pubblicità di una birra e...

Continua...
content top