content top

Paphos (Cipro): in spiaggia con Afrodite

Paphos (Cipro): in spiaggia con Afrodite

Afrodite, figlia di Zeus e di Dione, la dea dell’amore e della bellezza. E anche della fertilità. La “incontrate” qua, a Cipro. Perché qua è “nata” (anche se Kytera, isola greca situata sotto il “dito” più orientale del Peloponneso, si attribuisce a sua volta la “paternità” della dea…), qua “andava a bagnarsi”, qua ci sono i resti di un tempio affacciato sul mare...

Continua...

Amorgos, quel monastero è un miracolo

Amorgos, quel monastero è un miracolo

Un muro stretto, lungo, avvinghiato alla roccia di Amorgos, bianco di un bianco abbacinante, sospeso tra il cielo e il mare, a 300 m precisi dal cielo e dal mare. E ti domandi per quale miracolo resista lì, con le rocce che crollano per  i movimenti della terra, e alla pioggia, nemico terribile per il legno di cui è fatto. E’, il monastero della Panaghia Khozoviotissa, a 2 km dalla Chora, sul versante orientale dell’isola. Lo...

Continua...

Amorgos, il sorriso di sorella Irini

Amorgos, il sorriso di sorella Irini

Ad Amorgos, c’è un luogo del cuore del Pinguino, a circa 5 km dalla Chora, in direzione sud: è il piccolo monastero di Agios Georgios Valsamitis. Il nome, da cui deriva il nostro aggettivo balsamico, deriva da varsamos, la menta. Ci si arriva attraverso una stradina asfaltata ed è aperto dalle 9 alle 13 e dalle 17 alle 19. La leggenda dice che, tra le piantine di menta, venne trovata l’icona di San Giorgio cui venne dedicata la...

Continua...

Amorgos, il grande blu

Amorgos, il grande blu

E’ ruvida e ostica, Amorgos, ma solo perché Madre Natura si è divertita a infilarle una catena montuosa tutta in verticale e una costa scoscesa. E’ la prima impressione, veloce, fugace. Poi, però frugando nell’anima di quest’isola, quello che ti ricordi sono gli occhi di una suora che se ne sta, sola, in un piccolo monastero, e che regala a chi la va a trovare un sassolino dipinto con le sue mani: un sorriso ospitale, un viso...

Continua...

La nostra Parenzana

La nostra Parenzana

Ecco l’articolo uscito su Il Piccolo (il quotidiano di Trieste) del primo giugno 2012 – nella sezione weekend – dedicato alla “nostra” Parenzana, all’esperienza fatta dai Pinguini a...

Continua...

Normandia e Bretagna: mare, natura e storia

Normandia e Bretagna: mare, natura e storia

Normandia e Bretagna è un viaggio completo, appagante, con natura, mare, fari, le spiagge dello sbarco, città medievali, gente ospitale, cucina eccellente. Eccovi qualche informazione relativa al viaggio intrapreso a cavallo tra giugno e luglio del 2011. Al di là delle tappe di avvicinamento e di ritorno da Trieste (via Salisburgo, Monaco, Saarbrücken, Metz, Verdun Reims, Rouen), ho preferito prenotare 4/5 giorni in un posto e da lì...

Continua...

Norvegia Atlantic Road, i fiordi, Oslo

Norvegia Atlantic Road, i fiordi, Oslo

Non sono stato fino a Capo Nord, c’ero già stato qualche anno fa, così ho deciso di fare la strada dei fiordi da Bergen fino a Trondheim, scendere all’interno fino a Oslo, passare la Svezia meridionale, la Danimarca fermandomi a Copenhagen e infine tornare a casa. A dire il vero la méta era l’Atlantic road, la strada che un paio di anni fa era stata pubblicizzata dall’Alfa Romeo per un suo modello, quella con quel...

Continua...

Cinque casoni e una scuola in laguna: a Grado nasce l’albergo diffuso

Cinque casoni e una scuola in laguna: a Grado nasce l’albergo diffuso

(ARC)  Cinque casoni, una scuola in disuso e due case di valle costituiscono il primo, importante nucleo dell’albergo diffuso nella laguna di Grado che la Regione ha sostenuto con 2 milioni di euro. Il progetto è unico nel suo genere a livello europeo e garantirà un’offerta turistica forse un po’ spartana, ma in grado di riservare grandi emozioni agli amanti della natura, del birdwatching, della pesca e della...

Continua...

A piedi sul tracciato della Parenzana

Pronti a partire! Ci rimettiamo in marcia: ci attende una …passeggiata sul tracciato di quella che era la ferrovia Parenzana, la linea che un secolo fa univa Trieste a Parenzo, appunto. Sono circa 120 chilometri, oggi attraverso tre stati (Italia, Slovenia e Croazia) ma percorrendo un territorio unico, l’Istria. Quanto ci metteremo? Non lo so, quattro o cinque giorni. Guai avere fretta! E poi anche stavolta non ci siamo per...

Continua...

Stiria in bicicletta, tra mele e vigneti. E terme

Stiria in bicicletta, tra mele e vigneti. E terme

Un mare di cespugli di sambuco e alberi di mele fioriti, il sole che scalda, sei centri termali dove farsi coccolare e 1700 chilometri di percorsi ciclabili che propongono golosissime soste. E’ questa l’offerta per chi ama la vita all’aria aperta del Termenland Stiriano. Un’offerta ricchissima che propone un abbinamento davvero sfizioso: bici e sapori. Gli itinerari ciclabili sono ben 14: ci sono, ad esempio, quello lungo il fiume...

Continua...
content top