content top

Val Pesarina, la valle del tempo

Val Pesarina, la valle del tempo

La valle del tempo è, in realtà, un’isola senza tempo. Una contraddizione? No, anzi. E’ la realtà che si respira quassù, in Val Pesarina, nel cuore della Carnia. Un viaggio nella valle del tempo è dunque un tuffo nel verde e nella tradizione di un’arte artigiana coltivata con passione antica. Dici Val Pesarina e dici orologi. E orologi, qua, vuol dire Solari. Sì, perché in questa valle nell’alta provincia di...

Continua...

Parenzana, il video

Parenzana, il video

Ecco dove potete vdere il video realizzato a cura di Donatella Tretjak per l’associazione Viaggiare Slow (www.viaggiareslow.it). Il video è stato realizzato grazie alla disponibilità di Davide Raseni, volontario del Museo ferroviario di Trieste. Riprese di Riccardo Dussi, montaggio di Mauro Fabrizio Madonia    http://www.youtube.com/watch?v=IuPXJEYH4iQ

Continua...

La nostra Parenzana

La nostra Parenzana

Ecco qua l’intervista al tg di Tv Capodistria del 30 aprile 2013 con la pinguina Donatella Tretjak e con Fabrizio Masi (uno dei coautori)  dedicata alla nostra Guida della Parenzana, pubblicata da Ediciclo e in vendita (15 euro) in tutte le librerie italiane. La trovate al minuto 16’48″ http://www.rtvslo.si/tvcapodistria/archivio/play/6/165035198 Questo il link all’articolo dedicato alla Parenzana sul sito del...

Continua...

La nostra Parenzana

La nostra Parenzana

Ecco l’articolo uscito su Il Piccolo (il quotidiano di Trieste) del primo giugno 2012 – nella sezione weekend – dedicato alla “nostra” Parenzana, all’esperienza fatta dai Pinguini a...

Continua...

Cinque casoni e una scuola in laguna: a Grado nasce l’albergo diffuso

Cinque casoni e una scuola in laguna: a Grado nasce l’albergo diffuso

(ARC)  Cinque casoni, una scuola in disuso e due case di valle costituiscono il primo, importante nucleo dell’albergo diffuso nella laguna di Grado che la Regione ha sostenuto con 2 milioni di euro. Il progetto è unico nel suo genere a livello europeo e garantirà un’offerta turistica forse un po’ spartana, ma in grado di riservare grandi emozioni agli amanti della natura, del birdwatching, della pesca e della...

Continua...

A piedi sul tracciato della Parenzana

Pronti a partire! Ci rimettiamo in marcia: ci attende una …passeggiata sul tracciato di quella che era la ferrovia Parenzana, la linea che un secolo fa univa Trieste a Parenzo, appunto. Sono circa 120 chilometri, oggi attraverso tre stati (Italia, Slovenia e Croazia) ma percorrendo un territorio unico, l’Istria. Quanto ci metteremo? Non lo so, quattro o cinque giorni. Guai avere fretta! E poi anche stavolta non ci siamo per...

Continua...

Parenzana, il futuro dell’Istria è nel viaggiare slow

Parenzana, il futuro dell’Istria è nel viaggiare slow

E adesso spazio al Parenzana III. Già: l’Istria ci crede, nella sua vecchia ferrovia. Eccome. E ci sta investendo molto grazie ai fondi del Programma dell’UE Interreg Slovenia-Ungheria-Croazia 2004-2006 e all’impegno dei partner sul territorio, che poi vuol dire la Contea Istriana e i Comuni di Capodistria, Isola e Pirano per la Slovenia, e Parenzo, Visinada, Portole, Buie per la Croazia. Breve sintesi di quanto successo. Dunque, con...

Continua...

Due musei piccoli piccoli per la Parenzana

Due musei piccoli piccoli per la Parenzana

Da Trieste al cuore dell’Istria in treno. L’inaugurazione, il primo aprile 1902 con il viaggio da Buie a Trieste (a Parenzo si arrivò solo poi otto mesi più tardi, dal 15 dicembre); ultima corsa il 31 agosto 1935. I numeri spiegano tutto, anche perché la sua vita fu, tutto sommato, così breve: 123,1 i chilometri di percorso, scartamento ridotto (760 millimetri), 35 stazioni, dislivello di 291 metri (punto più basso 2 metri...

Continua...

Trieste sul Corriere della Sera: la bella “dimenticata”

Trieste sul Corriere della Sera: la bella “dimenticata”

(Articolo di Aldo Cazzullo pubblicato sul Corriere della Sera del 5 marzo 2012 – http://blog.aldocazzullo.it) Siamo tutti in debito con Trieste. Conquistata al prezzo di 650 mila vite, perduta nel disastro della guerra e dell’esodo istriano, ripresa dopo 18 mesi di crimini nazisti, 40 giorni di massacri titini e nove anni di occupazione angloamericana, e poi dimenticata. Trieste che ha dato all’Italia Saba e Svevo,...

Continua...

In visita alle Frecce

In visita alle Frecce

(ANSA) I colori italiani tingono il cielo, con scie verdi, bianche e rosse che prendono forma da mille evoluzioni. Quello delle Frecce Tricolori è uno spettacolo emozionante, creato dal lavoro dei piloti che si addestrano ogni giorno per incrociare acrobazie nell’aria trasformando in magia la passione per il volo. Un esercizio quotidiano in scena nei cieli del Friuli Venezia Giulia, a cui i turisti possono avvicinarsi entrando nella...

Continua...
content top