content top

Cornovaglia, leggende e castelli

Cornovaglia, leggende e castelli

Una Land Rover prima o dopo deve tornare a sentire aria di casa: Quando poi si tratta di un Defender 90 il dovere si trasforma in obbligo. Così nel 2016, nella parte centrale di giugno, con mia moglie, abbiamo deciso di fare un viaggio nell’Inghilterra meridionale, da Dover fino all’estrema punta ovest in Cornovaglia, passando per la romantica campagna, le dolci colline, il mare burrascoso dell’Atlantico, ma anche per luoghi magici,...

Continua...

In Olanda, che relax

In Olanda, che relax

Come definire un viaggio in Olanda? Rilassante. Via dalle grandi città, se non per visitarle ma dormendo un po’ fuori, il paesaggio dei Paesi Bassi (di nome e di fatto), lo scorrere delle giornate, gli orari, i ritmi di vita, la gente: tutto all’insegna della tranquillità. Ecco perché, una volta tornati a casa, è stata dura riprendere la solita routine. Viaggiare è una cosa meravigliosa, perché si ha modo di vedere paesaggi...

Continua...

Ad Amphipolis, sotto l’occhio del Leone

Ad Amphipolis, sotto l’occhio del Leone

L’autostrada è quella che corre da Salonicco verso il confine con la Turchia, poco traffico e qualche tir bulgaro. Un centinaio di chilometri e poi ecco l’indicazione dell’uscita: Amphipolis. La strada rimane bella larga anche procedendo verso Nord e lasciando alla sinistra Nea Amphipolis, la Nuova Amphipoli che in realtà è un pugno di case, una trattoria e un distributore di benzina. Una breve salita e poi l’avvallamento...

Continua...

Schinoussa: silenzio, pace e tramonti mozzafiato

Schinoussa: silenzio, pace e tramonti mozzafiato

Silenzio, tanto silenzio. Ogni tanto, l’abbaiare di un cane o il raglio di un asino. In lontananza il rumore di un motorino o, ancor più raramente, quello di un’auto. Davanti agli occhi, panorami mozzafiato. E poi, anche a Ferragosto spiagge pressoché deserte per godersi un mare che è una favola. Benvenuti a Schinoussa, nelle piccole Cicladi. Davanti c’è Iraklià, sopra c’è Naxos, di là si vedono Keros e Kato...

Continua...

Amphipoli, sulle tracce di Alessandro Magno

Amphipoli, sulle tracce di Alessandro Magno

Il Pinguino archeologo. E dove se non in Grecia? E dove se non ad Amphipoli? Ci sono sempre buoni motivi per visitare la Grecia, e questo ha davvero il sapore speciale di una – grande – scoperta. Ma dov’è andato il Pinguino? Ad Amphipoli, in Macedonia, là dove si sta scavando un enorme tumulo di terra che altro non è se non un’enorme tomba. Chi ci sia sepolto là sotto, non si sa ma qualcuno comincia a credere – e sì,...

Continua...

Bretagna, il faro dei sogni

Bretagna, il faro dei sogni

Quando, un paio di anni fa, salutai la Normandia e la Bretagna sapevo che di trattava di un arrivederci. Per tre motivi: i posti che avevo visto erano di rara bellezza e la gente che ci vive è stupenda, quindi la nostalgia avrebbe prima o dopo preso il sopravvento; mi mancava da vedere una parte della Bretagna, da Brest in giù, il Finisterre meridionale, per intenderci, quindi dovevo colmare la lacuna; avevo visto molti fari, tanti avrei...

Continua...

Val Pesarina, la valle del tempo

Val Pesarina, la valle del tempo

La valle del tempo è, in realtà, un’isola senza tempo. Una contraddizione? No, anzi. E’ la realtà che si respira quassù, in Val Pesarina, nel cuore della Carnia. Un viaggio nella valle del tempo è dunque un tuffo nel verde e nella tradizione di un’arte artigiana coltivata con passione antica. Dici Val Pesarina e dici orologi. E orologi, qua, vuol dire Solari. Sì, perché in questa valle nell’alta provincia di...

Continua...

Parenzana, il video

Parenzana, il video

Ecco dove potete vdere il video realizzato a cura di Donatella Tretjak per l’associazione Viaggiare Slow (www.viaggiareslow.it). Il video è stato realizzato grazie alla disponibilità di Davide Raseni, volontario del Museo ferroviario di Trieste. Riprese di Riccardo Dussi, montaggio di Mauro Fabrizio Madonia    http://www.youtube.com/watch?v=IuPXJEYH4iQ

Continua...

Una passeggiata a Cluj

Una passeggiata a Cluj

E’, Cluj, oltre 300mila abitanti, il capoluogo della Transilvania, o almeno una delle città più importanti di quella che è più la grande regione della Romania (diciamo così, che Braşov e Sibiu non si offendono…). Ma, a dispetto dell’immagine un po’… tetra (sì, insomma: draculesca!) che chi non ha mai viaggiato in quelle terre può avere, Cluj è una città vivace, fresca. Merito, soprattutto, delle...

Continua...

Bucarest, una bella sorpresa

Bucarest, una bella sorpresa

Un viaggio in Romania fa bene agli occhi ma soprattutto alla testa e al cuore. Per noi italiani – così come per tutti gli occidentali – significa innanzitutto dover fare i conti con un bel po’ di pregiudizi che accompagnano il popolo romeno all’estero e che inevitabilmente ci portiamo dietro quando arriviamo appunto in Romania dove troviamo, invece, gente straordinariamente gentile e accogliente, generosa e sempre ben...

Continua...
content top